Solennità del Perdono di Assisi

“Fratelli miei, voglio mandarvi tutti in paradiso”.

Carissimo/a questa è la celebre frase di San Francesco d’Assisi che disse in lacrime, quando ottenne indulgenza dal Pontefice del tempo, Onorio III. Si tratta di un singolarissimo privilegio che va sotto il nome di “Perdono d’Assisi”.

È un’indulgenza plenaria, che si può lucrare una sola volta e applicare anche per le anime dei nostri cari defunti.

L’indulgenza inizia alle 12 del 1 agosto e si conclude alla sera del 2 agosto, visitando una chiesa francescana, una Cattedrale o una chiesa parrocchiale, recitando il padre nostro, il credo e una preghiera secondo le intenzioni del sommo pontefice. È necessario inoltre confessarsi e comunicarsi preferibilmente nella stessa giornate, infine una disposizione d'animo che escluda ogni affetto al peccato, anche veniale.

Si narra, che Papa Onorio III quando chiese a Francesco "Per quanti anni vuoi questa indulgenza?", il santo rispose: "Padre Santo, non domando anni, ma anime", e felice si avviò verso la porta, ma il Pontefice lo richiamò: "Come, non vuoi nessun documento?". E Francesco: "Santo Padre, a me basta la vostra parola! Se questa indulgenza è opera di Dio, Egli penserà a manifestare l'opera sua; io non ho bisogno di alcun documento: questa carta deve essere la Santissima Vergine Maria, Cristo il notaio e gli

Angeli i testimoni".

 

CONDIZIONI PER RICEVERE L'INDULGENZA PLENARIA DEL PERDONO DI ASSISI

(per sé o per i defunti)

 

  • Confessione sacramentale per essere in grazia di Dio (negli otto giorni precedenti o seguenti);
  • Partecipazione alla Messa e Comunione Eucaristica;
  • Visita alla chiesa della Porziuncola in Assisi, o ad una chiesa parrocchiale, o ad una chiesa francescana dove si rinnova la professione di fede, mediante la recita del CREDO, per riaffermare la propria identità cristiana;
  • La recita del PADRE NOSTRO, per riaffermare la propria dignità di figli di Dio, ricevuta nel Battesimo;
  • Una preghiera secondo le intenzioni del Papa, per riaffermare la propria appartenenza alla Chiesa, il cui fondamento e centro visibile di unità è il Romano Pontefice.

Leggi attentente le condizioni per ricevere bene indulgenza plenaria...

Meravigliosa esperienza dell'amore di Dio!

 

Se vieni anche il giorno prima, mercoledì, puoi applicarla una volta e per sempre per un tuo familiare, conoscente o amico defunto...

Giovedì sarà solo per te... Ti devi voler bene!

 

Scrivi commento

Commenti: 0

CONDIVIDI IL NOSTRO SITO

CONTATTI

Telegram: @fraternitaBetlemmediEfrata

Email: segreteria@fraternitabetlemmediefrataonlus.it

Facebook: fraternita.betlemmediefrata